Separazioni consensuali e giudiziali

Consulenza e tutela legale nei casi di separazione dei coniugi

La separazione dei coniugi, dal punto di vista legale, ha l'effetto di porre fine a solo ad alcuni vincoli del matrimonio (come, ad esempio, comunione dei beni, obblighi di fedeltà e coabitazione) ma non al rapporto nella sua interezza: sono infatti sospesi gli effetti in attesa del provvedimento di divorzio oppure di una riconciliazione. Solo con il divorzio viene infatti dichiarato lo scioglimento del matrimonio e il termine di ogni effetto civile.

Nello studio legale di Genova, l'Avvocato Roberta Quercioli fornisce consulenza e tutela legale per la separazione di tipo consensuale o giudiziale, mettendo in capo tutta la propria esperienza nel Diritto di Famiglia.

Separaz ione consensuale

Nel caso in cui i due coniugi si trovino in accordo sulla cessazione del vincolo matrimoniale (e sulle modalità in cui essa avviene), si parla di separazione consensuale. Questa modalità presenta diversi vantaggi, tra i quali:

  • i temi sono rapidi (dal deposito della domanda di separazione, trascorrono 3 mesi dall'udienza);
  • i costi sono inferiori rispetto alla giudiziale;
  • nel caso di presenza di figli, i disagi sono minori;
  • è possibile predisporre, con l'aiuto del proprio legale, un regolamento di interessi.

 

In modo particolare, per quanto concerne l'ultimo punto, è possibile trovare un accordo riguardo elementi quali l'assegno famigliare e l'assegnazione della casa coniugale, così come l'affidamento dei figli.

L'Avvocato Quercioli è in grado di valutare le specificità di ogni richiesta, consigliando i propri clienti in base alle esigenze di ciascun coniuge e della prole, anche attraverso diversi colloqui.

Separazione giudiziale

Nei casi di separazione giudiziali, i coniugi non riescono ad arrivare a un accordo riguardanti le condizioni, anche se assistiti da un legale o comunque da un mediatore famigliare: in questo caso, è necessario rivolgersi al Tribunale di competenza, affiancati da un avvocato difensore. Inoltre, questo può avvenire anche nel caso in cui uno dei due coniugi intenda addebitare all'altro la causa della fine del matrimonio, ad esempio in caso di infedeltà.

L'iter giudiziale ha solitamente una durata maggiore rispetto alla consensuale (mediamente, si parla di uno o due anni).

Nel suo studio legale di Genova, l'Avvocato Quercioli fornisce supporto e consulenza nelle diverse fasi in caso di disaccordo dopo una crisi matrimoniale, dal repertimento di atti e documentazioni varie e assistendo il coniuge nelle diverse udienze.

 

I documenti necessari

Per istruire una pratica di separazione è necessario presentare diversi documenti, tra i quali:

  • la copia dei documenti di identità e del codice fiscale dei coniugi;
  • il certificato di residenza e lo stato di famiglia, sempre dei due;
  • l'estratto dell'atto di matrimonio.

 

Per quanto concerne la separazione giudiziale, è sufficiente una copia della carta di identità e del codice fiscale del coniuge che ne fa richiesta, allegando anche le dichiarazioni dei redditi degli ultimi due anni.

Share by: